Contaminanti

I contaminanti sono sostanze non aggiunte intenzionalmente agli alimenti, la cui presenza può derivare dall’ambiente, dalla coltivazione e/o dal processo produttivo. La presenza del contaminante può influire negativamente sulla qualità dell’alimento

ed anche in alcuni casi implicare un rischio per la salute. Il quadro normativo esistente assicura che gli alimenti posti sul mercato siano sicuri e non contengano contaminanti a livelli che pongono a rischio la salute. La maggior parte delle analisi in questo campo è legata all’analisi di residui di metalli pesanti o tossici come aflatossine, ocratossina, zearalenone, fumonisine e deossinivalenolo.

Le principali analisi comprendono la ricerca di:

METALLI PESANTI/TOSSICI

• ALLUMINIO

• ARSENICO

• CADMIO

• PIOMBO

• MERCURIO

• ANTIMONIO

• BARIO

• RAME

• CROMO

• FERRO

• NICHEL

• SELENIO

• ZINCO

 

MICOTOSSINE

• AFLATOSSINE

• DEOSSINIVALENOLO (DON)

• OCRATOSSINE

• PATULINA

• ZEARALENONE

• FUMONISINE

• TOSSINA T-2, HT-2